Finali 3×3 a Biella: in finalissima le formazioni maschile e femminile di AreaPro2020.

Finali 3×3 a Biella: in finalissima le formazioni maschile e femminile di AreaPro2020.

Maschile under 18 3×3

Domenica 11 Luglio 2021 al Biella forum si sono disputate le finali regionali del 3vs3, alla competizione ha partecipato anche una squadra U18 maschile composta da Fabrizio Carignano, Stefano Ghisolfo, Filippo Errigo e Nicolò Zennaro.

Nella fase iniziale l’Area Pro Rossa si è classificata seconda nel girone di qualificazione. Nel pomeriggio si sono giocate le semifinali contro il Kolbe vincendo l’incontro i ragazzi si sono conquistata la finale contro Cuneo che ha vinto il titolo regionale 3×3 ed accede alla fase nazionale.

Si conclude, comunque in maniera positiva, l’esperienza di quest ragazzi nel 3vs3 FIP, con un ottimo secondo posto regionale. Complimenti!!

Femminile under 14 3×3

Grande rammarico per le ragazze alle finali regionali del 3×3: Elisa Ciminelli, Martina Corgnati, Sarah Nichitean, Alice Pieroni, Dopo aver vinto le tre sfide di qualificazioni del mattino, contro formazioni di Cuneo ed una con Castelnuovo, si sono classificate prime del girone.

Nelle semifinale del pomeriggio hanno affrontato la seconda dell’altro girone Granda College conquistando l’accesso alle finali . Le nostre ragazze sono riuscite a “sbrigare” anche questa pratica incontrando in finale Castelnuovo, già sconfitta 5-1 nel confronto mattutino. Peccato non aver replicato la prova per un paio di disattenzioni difensive, ed un’eccessiva frenesia in attacco che hanno consentito alle alessandrine di aggiudicarsi la gara 5-7. Sfuma dunque la possibilità di raggiungere le finali nazionali di Treviso.

Complimenti comunque!!!

Nota Etica della Manifestazione:

Grande merito alle splendide ragazze Castelnovese, che sono riuscite a raggiungere la finale nazionale e a loro vanno i nostri complimenti. Purtroppo c’è sempre una nota di rammarico per il comportamento molto “border line” del regolamento. Forse i supervisori, a cui vanno i complimenti per l’organizzazione della manifestazione, disattenti nell’applicare applicare il regolamento del 3×3 che giustamente non prevede allenatori che seguano i ragazzi/e.

Purtroppo così non è stato e come si dice “fatta la legge trovato l’inganno”. Rientra nell’etica di qualsiasi allenatore rispettare le regole o infrangerle, ma come sappiamo gli obiettivi degli allenatori sono caratteriali e variegati :

  • quelli che allenano per far crescere i ragazzi/e
  • quelli che allenano per un loro ego finalizzato al risultato da mettere in curriculum o bacheca

Stralcio del regolamento:

 Ogni squadra consiste al massimo di 4 giocatori (3 giocatori in campo e 1 sostituto).
Nota: Non sono consentiti allenatori sul campo di gioco, incluso nelle sedie dei sostituti, e/o indicazioni provenienti dall’esterno del campo.

Esempio 2-1: Durante la gara, una persona si sta comportando come un allenatore, seduta all’esterno del campo, fornendo indicazioni ai giocatori. Questa situazione accade: Durante il tempo di gioco. Durante una sospensione.

Interpretazione 2-1: In entrambi i casi, i giocatori non possono interagire con nessuno all’esterno del campo. Un’interazione inappropriata con persone all’esterno del campo, o qualsiasi forma di comunicazione tra i giocatori e gli allenatori durante la gara, può essere considerato un comportamento antisportivo. Deve essere fatto un richiamo alla squadra. Qualsiasi altra violazione successiva deve essere sanzionata con un fallo tecnico. Lo Sports Supervisor della competizione può informare l’arbitro di queste infrazioni.

Ovviamente non si vuole criminalizzare nessuno perchè ogni allenatore, pur essendo bravo, è libero e può comportarsi come ritiene opportuno, ma veramente è necessario a tutti i costi dare indicazioni alle ragazze prima durante, nell’intervallo o dopo la gara? oppure devono essere libere di comportarsi non oppresse da schemi blocchi o altro e conformarsi al vero spirito del playground o della manifestazione 3 contro 3?
Imparare a stare in campo e gestirsi da sole e divertirsi per conto loro… e qui non è una questione di regolamento ma di buon senso e di Etica.

admin

admin