Serie D: Atlavir non riesce la seconda con Grugliasco

Serie D: Atlavir non riesce la seconda con Grugliasco

Grugliasco-Atlavir 75-71
(18-21,41-34,60-48)
Grugliasco: Branconi 2, Cassotta 1, Ciccomascolo 19, Tampellini 4, Garbero, Di Santo, Converso 2, Belluco 3, Calzavara 38, Iyamu 4, Popolo, Di Russo 2.
Atlavir Rivalta: Aruga 6, Comazzi, Corrao 3, Gallo 18, Gonella 2, Murgia 12, Segato 8, Tola 3, Zupo 10, Beltramino 6, Damiano 3, Peretto. All. Marazzina, Ass. Ghiani

Atlavir esce sconfitta dal campo di Grugliasco. Una buona partenza e e si trova facilmente la via del canestro sia dal perimetro, sia dal pitturato sviluppando un parziale 0 – 9.

Grugliasco, anzi Calzavara, decide di iniziare a giocare e rimette la gara in equilibrio con 3 triple consecutive. Da quel momento inizia un one-man-show da parte del giocatore nero-arancio che sulle spalle tiene quasi ogni azione d’attacco. La partita si anima, i padroni di casa discutono ogni decisione arbitrale e sale la tensione del match.
Nonostante i 16 punti di Calzavara nel primo quarto (sui 18 di squadra), chiudiamo in vantaggio 18 a 21.

Nella seconda frazione, come spesso ci capita, cala l’intensità della squadra rivaltese e e si concede troppa iniziativa agli avversari che iniziano a macinare vantaggio. Rimaniamo in partita grazie alle iniziative di Gallo, ma dopo altri 11 punti consecutivi di Calzavara, è Ciccomascolo a trovare 3 canestri in fila (di cui la tripla sulla sirena) e mandare il risultato all’intervallo sul 41 a 34.

Il terzo quarto giocato in modo nervoso e confuso da ambo le parti, con Grugliasco che cerca di chiudere la partita con sprazzi di zona 3-2 e Rivalta che attacca in modo poco lucido; il margine aumenta con la seconda tripla di Ciccomascolo allo scadere, per il 60 – 48.

L’ultimo periodo i ragazzi di coach Ramazzina dimostra cuore e carattere, e si riavvicina con pazienza, con Grugliasco non riesce più a prendere tiri facili.

L’aggressività, spesso sfocia nel commettere falli, ed arrivare in “bonus”. Grugliasco si rivela quasi impeccabila dalla lunetta (11 i liberi realizzati nel quarto, di cui 7 di Calzavara, che porta il suo bottino personale a 38 punti).

La chiave del match è negli episodi a 2 minuti dalla fine, quando ad Atlavir non riesce l’aggancio. La prima su duplice conclusione da sotto canestro sbagliata e la seconda su penetrazione di Zupo, al quale non viene fischiato un evidente fallo e su una non chiara protesta, ci viene fischiato un fallo tecnico che ci riporta a -6, a seguito dei liberi realizzati e successivo possesso di Grugliasco.

Si chiude con il punteggio di 75 a 71,e come dice un deluso coach Ramazzina: “bravi gli avversari a mettere la partita sui binari a loro congeniali della bagarre, un Calzavara di un altro livello, ma ragazzi orgogliosi di essere andati vicini al ribaltare una partita che ci dava già per sconfitti; il carattere è quello giusto”.
Da segnalare le prestazioni, di Gallo e Zupo, ultimi ad arrendersi.

Domenica 31 ottobre 2021 esordio casalingo in casa, al Palasangone contro Novi Ligure.


admin

admin